Sei in

Come verniciare un cancello in ferro o la ringhiera del balcone

verniciare un cancello in ferro

Con l’arrivo della primavera, giunge il momento di pensare alla manutenzione esterna della casa. Che si tratti di verniciare un cancello in ferro, la ringhiera del balcone o inferriata, è tempo di passare all’azione. E’ un procedimento semplice e che non richiede attrezzature particolari; pochi passaggi da rispettare per ottenere un ottimo lavoro, durevole nel tempo. Il momento migliore è la primavera inoltrata, quando non sono previste piogge o vento.

Materiali occorrenti

  • carta abrasiva a grana grossa e fine
  • spazzola di ferro
  • diluente o acqua ragia
  • antiruggine
  • vernice per ferro
  • pennelli
  • pennello a pipa (facoltativo)
  • guanti e mascherina 

Il ferro è un metallo molto utilizzato in edilizia e arredamento. E’ molto resistente e malleabile, e si presta a utilizzi infiniti. Il suo punto debole è la scarsa resistenza alla corrosione, dovuta agli agenti atmosferici e alla ruggine provocata dal processo di ossidazione.

Prima di procedere con i trattamenti, è necessario iniziare con una pulitura. Se si tratta di verniciare del ferro nuovo, occorre rimuovere la patina di grasso protettivo strofinando uno straccio imbevuto di diluente su tutta la superficie da verniciare. Per questa operazione è consigliabile utilizzare guanti per il trattamento dei solventi.

Se dobbiamo verniciare ferro già verniciato, è sufficiente lavare con acqua e detersivo sgrassante. In entrambi i casi attendere l’asciugatura. Per pulire e in seguito verniciare punti difficili come le decorazioni, servirsi di un pennello a pipa, usato anche per dipingere i termosifoni.

pennello a pipa per verniciare il cancello nei punti difficili

Rimuovere la ruggine

La ruggine è quella polvere rossa che si forma con l’ossidazione del ferro. E’ molto aggressiva, se non trattata corrode il ferro creando buchi e indebolendo la struttura.  Prima di verniciare, deve essere completamente rimossa. Utilizzare la carta abrasiva o una spazzola di ferro, e raschiare tutti i punti macchiati o rovinati. E’ un lavoro da fare indossando una mascherina, per non respirare la polvere prodotta. I piccoli buchi si riparano con dello stucco per metallo, che andrà carteggiato una volta essiccato. Spolverare bene e passare al prossimo step: l’antiruggine.

Ci sono diverse possibilità per il trattamento antiruggine:

  • antiruggine classico, si applica come base prima di verniciare
  • smalto “tutto in uno”, vernice completa, contiene il trattamento e risparmia un passaggio, ma non è adatto per un risultato a lunga durata.
  • convertitore di ruggine, che una volta applicato crea una pellicola resistente e verniciabile.

Verniciare

A questo punto arriva la  parte più divertente: verniciare. Spolverare nuovamente il cancello o la ringhiera, e passare la prima mano di smalto. Utilizzare il pennello, o la pistola a spruzzo. Nei punti difficili come le decorazioni usare il pennello a pipa può semplificare il lavoro. Non applicare lo smalto con temperature inferiori a 5 gradi o superiori a 35 ed evitare le giornate ventose o che prevedono pioggia. Il consiglio è di passare due mani di colore.

 

La migliore vernice per ferro

Le vernici per ferro possono essere di vario tipo. Oltre allo smalto “tutto in uno”, solitamente la più comune è lo smalto sintetico. Si differenzia da un normale smalto perché è più coprente e resistente agli agenti atmosferici. Offre una vasta gamma di colori, satinati, brillanti o antichizzanti.

Un prodotto ad alta resa, ma forse meno economico, è lo smalto ferromicaceo, che contiene ossido di ferro micaceo e resine sintetiche; svolge un’azione altamente protettiva nei confronti di acqua, eccessivo calore e corrosione da salsedine.

Sono tutti disponibili in latte o barattoli da 0,75 l sino a 15 l , con prezzi variabili secondo marca e qualità. Sono facilmente reperibili in ferramenta o negozi di bricolage.

Verniciare il ferro zincato

verniciare ferro zincato

Un classico esempio di ferro zincato sono le saracinesche dei garage. La zincatura consiste in un bagno di zinco, che previene la diffusione della ruggine e  migliora la resistenza a corrosione e deterioramento. La zincatura non è compatibile con gli antiruggine; per verniciare il ferro zincato si passa direttamente lo smalto, dopo aver pulito e sgrassato la superficie. Non utilizzare carta abrasiva, che potrebbe danneggiare irrimediabilmente la zincatura.

Se ti è piaciuto l’articolo seguici su Facebook 

Condividi su

Post Correlati