Sei in

Tourist Angel un sostegno alla rete informativa turistica territoriale

Tourrist Angel un sostegno alla rete informativa turistica territoriale, un valido progetto di alternanza scuola-lavoro promosso dalla Camera di Commercio di Varese e Regione Lombardia

Tourist Angel un sostegno alla rete informativa turistica territoriale, un valido progetto di alternanza scuola-lavoro promosso dalla Camera di Commercio di Varese e Regione Lombardia

Questa mattina, 24 ottobre 2016, in piazza Monte Grappa 5, presso la sala Giunta della Camera di Commercio di Varese, si è tenuto l’incontro su “TOURIST ANGEL UN SOSTEGNO ALLA RETE INFORMATIVA TURISTICA TERRIORIALE”. Il progetto, voluto dalla Camera di Commercio di Varese e dalla Regione Lombardia, punta a coinvolgere le scuole del territorio in uno stage in ambito turistico. Doppio l’obiettivo: da una parte dare ai ragazzi l’opportunità di mettere il loro entusiasmo e le loro competenze al servizio del sistema di accoglienza, praticando le proprie conoscenze linguistiche e le proprie capacità per garantire ai turisti che “vivono” il territorio un’esperienza ancora migliore; dall’altra si vuole dare linfa giovane e vitale per il rilancio del turismo in questa zona, impiegando giovani dinamici, motivati e preparati. Un nuovo approccio, dunque, per accogliere, per presentarsi più attrattivi. Facendo riferimento alla legge della Riforma( art. d bis ed e), si è ribadito lo scopo di valorizzare il patrimonio culturale e del turismo in coordinamento tra Governo, Regioni e Anpal.
Presenti all’incontro i rappresentanti ( Dirigenti o i referenti dei progetti di alternanza) delle scuole di Varese, Busto Arsizio, Gallarate, Luino, Saronno, Tradate, Bisuschio, i responsabili del progetto in Regione, l’Ufficio Scolastico Provinciale e, ovviamente, il Segretario Generale della Camera di Commercio di Varese che ha diretto l’incontro.

Due momenti ben distinti hanno dato valore all’incontro: prima è stato presentato il progetto; poi si è data parola ai presenti per evidenziare potenzialità e criticità dello stesso, coinvolgendo direttamente le strutture scolastiche che dovranno in concreto poi rendere possibile il tutto.

Presentazione del progetto voluto da Camera di Commercio e Regione

Lo scopo dell’incontro di oggi è stato verificare se l’obiettivo della Camera di Commercio e della Regione di rilanciare la promozione del territorio potesse essere occasione di alternanza per le scuole, che dovrebbero fornire una rete di promotori sul territorio.
Il progetto pilota per la Lombardia è così pensato: i 20/25 TOURIST ANGEL avranno il compito di fare una MAPPATURA: ricognizione eventi culturali e sportivi; la responsabilità di ACCOGLIENZA: informazioni, accompagnamento visite in affiancamento, non in sostituzione, delle guide turistiche e di PROMOZIONE con engagement e sviluppo canali social. Queste le zone interessate: Luino, Laveno,Lago Ceresio,Varese,Sesto Calende,Malpensa,Basso Varesotto che impiegheranno i loro giovani in alta stagione (marzo/aprile fino a settembre), nei Weekend,nelle principali Festività e in occasione di grandi Eventi.
Perché il progetto sia di qualità, sono richieste delle competenze, o skill, quali la padronanza dell’ inglese, di una seconda lingua, conoscenza del territorio, una buona inclinazione alle relazioni con il pubblico e all’uso di strumenti della comunicazione e social. Il tutto deve prevedere ovviamente anche una conoscenza base del territorio, attuata dalla scuola, ma anche una formazione avanzata (tecniche di comunicazione, hospitality, travel, sviluppo e gestione della multicanalità) di cui si fa carico la stessa promotrice dell’iniziativa, la Camera di Commercio che ha stanziato 100 milioni di euro.

Gli interventi che sono seguiti mettono un po’ in difficoltà le istituzioni presenti

Gli interventi che sono seguiti mettono un po’ in difficoltà le istituzioni presenti,che si premurano di dire che valuteranno quanto detto dalle scuole oggi, che rifletteranno meglio sui tempi, luoghi e disponibilità. Le obiezioni hanno riguardato l’esiguo numero dei partecipanti (25 ), il fatto che debbano essere maggiorenni e dunque si presume impegnati nel loro anno più decisivo, quello della maturità; il fatto che la formazione interna sia a carico della scuola e debba essere gestita dai docenti, approvata nei Consigli di classe e incastrata negli orari e nelle programmazioni già in atto. Il progetto, insomma, nasce da un’esigenza della Camera di Commercio, ma deve tener conto delle esigenze della scuola e ancor di più del mondo dell’alternanza. Forse,però, il dialogo con le scuole del territorio doveva avvenire prima di presentare il progetto… Come dire: l’idea è assolutamente egregia, ma per la sua fattibilità solo i responsabili dell’alternanza sanno veramente quali sono i vincoli, gli obblighi, le esigenze e le difficoltà che ci sono. A questo riguardo, La Camera di Commercio prevede di organizzare un altro incontro per dare quelle risposte che oggi non ha saputo e voluto dare.

Condividi su

Post Correlati