Sei in

Team WorldTour 2019 Bici da Corsa: telai, gruppi e componenti

Team WorldTour 2019 Bici da Corsa: telai, gruppi e componenti

Team WorldTour 2019 Bici da Corsa: scopriamo le novità – Nella stagione 2018 i team WorldTour sono rimasti fedeli agli stessi marchi di biciclette utilizzati nel 2017. Per il 2019, invece, quasi un quarto dei 18 team ha raggiunto nuovi accordi di sponsorizzazione mentre un noto produttore belga è tornato alle competizioni nella massima categoria dopo esserne stato assente fin dal 2011

Periodicamente i grandi brands si scambiano di squadra in una sorta di giostra. Così  la BMC Racing Team che il prossimo anno si trasforma in Team CCC passa da BMC a Giant .Il Team Sunweb, a sua volta, scende  da Giant per salire in sella alla Cervélo , marchio storico che abbandona la Dimension Data: quest’ultima invece correrà con le BMC a completare il triangolo.

AG2R La Mondiale e Factor Bikes hanno concluso la loro partnership biennale e il team francese ha firmato con Eddy Merckx Bikes . Il marchio belga è stato assente dal WorldTour per otto anni dopo che Specialized aveva concluso il contratto con la Quick-Step Floors nel 2011.

 

 

Dunque con le partnership appena annunciate per la prossima stagione vedremo quattro dei diciotto team del WorlTour correre con nuove bici. Per ciò che riguarda i gruppi, le ruote ed il resto dei componenti e accessori il quadro è ancora da completare.

Team WorldTour 2019 Bici da Corsa: novità

La stagione 2018 sarà ricordata come l’anno delle bici Aero dopo che Specialized, Trek, Cannondale, BMC, Cervélo e Ridley hanno portato alla luce modelli aerodinamici nuovi o aggiornati.

Quest’anno ha visto anche l’introduzione dei gruppo a 12 velocità: Campagnolo per primo ha creato il nuovo cambio, ma mentre la tecnologia è stata rilasciata ad aprile, i team sponsorizzati del marchio italiano non lo hanno ancora utilizzato.

Ecco un elenco dei telai, gruppi, ruote e altri componenti che saranno utilizzati dai vari team del WorldTour nel 2019. L’elenco è ancora provvisorio e quando sarà possibile vi aggiorneremo con le novità.

 

 

 

Team WorldTour 2019 Bici da Corsa l’elenco

 

TeamTelaioGruppoRuoteFinishing kit
AG2R La MondialeEddy Merckx BikesDa DefinireMavicDeda Elementi
Astana Pro TeamArgon 18Da DefinireDa DefinireDa Definire
Bahrain-MeridaMeridaShimano/SRMFulcrumFSA/Vision
Bora-HansgroheSpecializedShimanoRovalSpecialized/PRO
CCC TeamGiantDa DefinireDa DefinireDa Definire
Dimension DataBMCDa DefinireDa DefinireDa Definire
EF Pro CyclingCannondaleDa DefinireDa DefinireDa Definire
Groupama-FDJLapierreShimanoShimanoPRO
Katusha-AlpecinCanyonSRAMZippCanyon
Team JumboBianchiShimanoShimanoFSA/Vision
Lotto SoudalRidleyCampagnoloCampagnoloDeda Elementi
Mitchelton-ScottScottShimanoShimanoSyncros
Movistar TeamCanyonCampagnoloCampagnoloCanyon
Deceuninck Quick-StepSpecializedShimanoRovalSpecialized/PRO
Team SkyPinarelloShimanoShimanoMOST
Team SunwebCervéloShimanoShimanoPRO
Trek SegafredoTrekDa DefinireBontragerBontrager
UAE Team EmiratesColnagoCampagnoloCampagnoloDeda Elementi

 

12 velocità prenderà il posto dell’11?

Dopo diversi anni in cui i cambi a 11 velocità hanno dominato la scena, Campagnolo è stato il primo marchio a rilasciare un gruppo a 12 velocità specifico per la strada.

 

 

 

Un gruppo SRAM Red eTap wireless a 12 velocità è stato visto di recente al Saitama Tour de France Criterium in Giappone a novembre. Anche se questa è la prima volta che la tecnologia è stata vista su una bici da corsa, SRAM non è nuova al 12 velocità in quanto ha già nella propria gamma un drivetrain per le MTB. Ora all’appello manca solo Shimano, anche se molti già dicono che il colosso giapponese è già pronto per il salto.

Aero è tutto?

La stagione 2018 ha visto il lancio di nuovi telai aerodinamici da Specialized , Trek , BMC , Cannondale e Ridley. Ciascuno dei telai di cui sopra è o solo freno a disco o ha un’opzione disc: c’è da dire che non solo l’aerodinamica ha segnato un netto miglioramento grazie a queste evoluzioni ma anche il peso ho visto forti diminuzioni significative.

Caso lampante il fatto che Vincenzo Nibali (Bahrain-Merida) ha guidato in diverse tappe del Tour de France un telaio di Merida Reacto (la versione areo della casa taiwanese) e anche la storica vittoria alla Milano-San Remo all’inizio della stagione, è stata ottenuta con la stessa bici. I meccanici dicono che la bici di Nibali è molto vicina al limite di peso UCI di 6,8 kg. Sono finiti, dunque i giorni della bici da corsa da 9 kg.

Fonte immagini e notizie.

Condividi su

Post Correlati