Sei in

Esploriamo insieme il significato di benessere

Esploriamo insieme il significato di benessere

Nella mia introduzione la volta scorsa ho insistito molto sulla parola benessere, che considero un po’ il fine di ogni conversazione che animerà questa rubrica. Credo che valga la pena iniziare proprio da qui, chiarirci fin da subito che cosa intendo con l’uso di questo vocabolo, spesso citato, foriero di molti significati.

Qual’è il vero significato di benessere

Creme, trattamenti, massaggi, cibi, melasse, luoghi dall’immagine fortemente seduttiva, ci raccontano che il benessere è dietro l’angolo, è fruibile, alla portata di ogni tasca. Ma è davvero così? Ci rimandano l’idea che il benessere sia come uno stato d’animo passeggero, una improvvisa emozione, una soddisfazione dei sensi. Al più una passione travolgente.

Benessere è il potere di risvegliare in noi la possibilità di essere ciò che siamo

Il benessere non è uno stato interiore più o meno transitorio. Non è la vertigine di un momento, un brivido di gioia. Non è un semplice “stare bene”. Il benessere significa  prima di tutto una “condizione di vita”, un modo di essere. Come suggerisce Aristotele, è una attività, un divenire, un “fare di sé” qualcosa di compiuto. E’ il potere di risvegliare in noi la possibilità di essere ciò che siamo.

Il benessere è insieme il risultato di un cammino e il cammino stesso, verso sé stessi, verso la piena realizzazione di ciò che possiamo essere. Benessere è andare incontro a noi stessi, rivelarci a noi stessi e al mondo, poter dare pieno consenso a ciò che siamo. Ed è il cammino stesso: l’impegno per questo risveglio è già fonte di per sé di benessere. Potremmo anche chiamarla fonte della speranza. Il benessere quindi ci proietta nella dimensione del futuro e contemporaneamente del presente, quest’ultimo come anticipazione, graduale apertura verso la totalità di se stessi. Questa apertura è progettuale (il tempo assume una finalità, quindi un senso) e si concretizza in un progetto di vita: progettare come graduale scoperta del futuro che ci sta aspettando.

[AdSense-A]

Benessere è una condizione in cui le proprie capacità possono trovare espressione e maturazione. Accettarsi, avere voglia di conoscersi, accoglierci e conoscerci per ciò che siamo.

Il benessere non è la soddisfazione dei desideri

Il benessere è come un risveglio, una scoperta. Direi scoperta permanente di sé. Non è soddisfazione di desideri, che soffrono del capriccio della transitorietà, sono influenzati da mode, stili di vita, abitudini. “i desideri sono una guida troppo incerta, instabile e inaffidabile se si intende percorrere il cammino verso la compiuta realizzazione dell’essere umano” qualcuno acutamente ha sottolineato.

E’ come una fioritura. Il fiore, nel suo sbocciare, pone in atto tutto quel che è nella sua natura, rivela tutto quel che può essere.

Ricercando il significato di benessere arriviamo a stabilire che la felicità ne è la completa fioritura

I greci chiamavano tutto questo eudaimonia, Con questo termine, che significava anche fortuna, ovvero eu (buona) daimon (sorte), designavano la felicità, quella modalità dell’essere nel mondo caratterizzata, come stato della mente, dalla certezza del proprio ben essere. Il greco usava anche il termine mákar che, attraverso la radice mak si collega alla parola mégas, il cui significato è “grande”, nel senso che chi è felice è grande, poiché gode di una illimitata espansione di sé. I termini del greco antico mostrano che la felicità, nel momento in cui la si esperisce, coincide con il sentimento della propria illimitata espansione.

[AdSense-B]

Ecco perché considero questa fase di vita così importante. Perché è quella meno soggetta ai condizionamenti e ai compromessi che la vita lavorativa ci sottopone. C’è un tempo finalmente “liberato”, scandito questa volta fortemente dalla nostra intenzionalità, che ci consente di “portare a compimento”, “recuperare” o “esplorare nuove forme”quello “star bene”, che è prima di tutto scritto dentro di noi. Star bene insomma vuol dire prima di tutto, imparare ad ascoltare un po’ di più…noi stessi.

 

TI PUÒ INTERESSARE ANCHE : Benessere a 60 anni: soluzioni per una seconda giovinezza

 

Condividi su

Post Correlati