Sei in

Questione Alitalia, Fassina: dai soci ipocrisia e scarico di responsabilità

Questione Alitalia, Fassina: dai soci ipocrisia e scarico di responsabilità

Roma 2 maggio 2017 – (ANSA): “Il comunicato dell’assemblea dei soci di Alitalia trasuda ipocrisia e incapacità di assumersi le responsabilità dei pessimi risultati raggiunti. I soci esprimono rammarico per il risultato del referendum sul cosiddetto pre-accordo e scaricano su lavoratrici e lavoratori la responsabilità della richiesta di amministrazione controllata. Vi sarebbe stato un fantastico piano di rilancio, un sacco di soldi per strabilianti investimenti ma i soliti iper-corporativi e sfaticati lavoratori italiani hanno fatto precipitare le sorti magnifiche e progressive della compagnia aerea. Non una parola sugli errori commessi. Non una parola sul comportamento predatorio di Etihad avallato dagli azionisti italiani e dal governo”.

Lo afferma Stefano Fassina di Sinistra Italiana-Possibile. “È l’ennesimo insulto alla dignità di lavoratrici e lavoratori”, prosegue l’esponente della Sinistra. “Sarebbe inaccettabile che, in tale quadro, venissero nominati come commissari figure anche solo indirettamente compromesse con una delle peggiori stagioni della storia di Alitalia. Ora il governo cambi rotta. Entri nel capitale. La politica si dimostri meno subalterna agli interessi economici più forti. Non lasci svendere Alitalia. Sarebbe una perdita gravissima per migliaia di lavoratrici e lavoratori e un danno strutturale alle nostre attività commerciali e turistiche”, conclude Fassina.

Condividi su

Post Correlati