Sei in

Le proprietà benefiche delle pesche: 5 buoni motivi per mangiarle

Le pesche hanno proprietà idratanti e rinfrescanti

Se hai problemi di peso, soffri di ritenzione idrica o spossatezza causata dal caldo estivo, dovresti mangiare le pesche. Frutti tipici dell’estate, sono ricche di vitamine e minerali, povere di calorie e con un contenuto d’acqua che sfiora il 90% del peso. Ottime come spuntino o frullate, in macedonia con altri frutti, come dessert con il gelato. Per i bambini puoi preparare velocemente una torta con pesche fresche e yogurt, di cui troverai la ricetta più avanti nell’articolo.

[AdSense-A]

Le pesche: molte varietà, tutte deliziose e benefiche per l’organismo

L’albero del pesco, Prunus persica, ha origini cinesi. Dalla Cina giunse nell’antica Persia, da cui deriva il nome che utilizziamo ancora oggi. Appartiene alla grande famiglia delle Rosaceae, come molti altri alberi da frutto, arbusti e piante decorative: fragole, prugne, mele, rose, biancospino, ma anche sorbe, pere e mandorle.

A livello mondiale, gli Stati Uniti detengono il primato di produzione. In particolare lo stato della Georgia, per questo chiamata Peach State. Anche l’Italia ha una grande distribuzione di pescheti sul proprio territorio, con molte varietà. Alcune vengono coltivate esclusivamente in piccole zone, come la pesca di Bivona, tipica della zona di Agrigento, o la Merendella, di Catanzaro.

Se vuoi conoscere la stagionalità di questo e altri frutti, guarda la tabella stagionalità della frutta

Varietà di pesche:

  • Pesca gialla – Succosa e saporita, ha la polpa giallo/arancio e la buccia vellutata
  • Pesca bianca – Generalmente più grande, la polpa è molto chiara, il sapore più delicato
  • Nettarina o pescanoce – Bianca o gialla, ha la polpa molto soda e la caratteristica pelle liscia
  • Percoca – Viene utilizzata nell’industria alimentare, per produrre pesche sciroppate e succhi di frutta
  • Tabacchiera o Saturnina – di forma piatta, schiacciata, molto gustosa e dal sapore intenso

Hanno tutte le stesse proprietà, la scelta dipende dal gusto personale. Evitare di consumare la buccia, se non provengono da coltivazioni biologiche. Le colture tradizionali prevedono l’uso di pesticidi che, seppur in minima parte, lasciano residui sul frutto.

Le pesche tabacchiera, o Saturnine, sono una varietà dalla forma piatta, schiacciata.

Pesche: proprietà e benefici

Ecco i 5 buoni motivi per mangiare le pesche:

  1. Ipocaloriche – Meno di 40 calorie per 100 g, 89% di acqua. Grazie al basso apporto calorico, sono indicate nelle diete dimagranti, da consumare a colazione, come spuntino al mattino, oppure a  merenda. Ricche di acqua, dissetano e saziano.
  2. Depurative – Per la presenza elevata di potassio e fibre, consumare le pesche aiuta a combattere la ritenzione idrica (e quindi la cellulite). Sono diuretiche e depurative, leggermente lassative, contrastano la stipsi e favoriscono la regolarità intestinale.
  3. Protettive della vista – Contengono due carotenoidi : luteina e zeaxantina, antiossidanti che proteggono la vista dagli effetti negativi dei raggi solari.
  4. Antirughe – La vitamina A favorisce il ricambio cellulare dell’epidermide e la produzione di collagene, necessario per mantenere la pelle tonica ed elastica.
  5. Digestive – Acido citrico, acido malico e tartarico, potenziano l’acidità dello stomaco, migliorando il lavoro dei succhi gastrici, quindi la digestione.

La polpa delle pesche è ricca di flavonoidi, antiossidanti in grado di combattere l’azione dei radicali liberi, contrastando il precoce invecchiamento cellulare. Sono una buona fonte di magnesio, utile a combattere insonnia, nervosismo e crampi muscolari.

E non è finita: il betacarotene favorisce l’abbronzatura, la vitamina C rinforza il sistema immunitario e favorisce l’assorbimento del ferro nell’intestino.

Controindicazioni

Il consumo di pesche non ha particolari controindicazioni, a parte la fermentazione che, in alcuni casi, può causare gonfiore addominale. Per evitare che accada, è sufficiente consumarle lontano dai pasti.

L’unica attenzione riguarda il nocciolo: contiene amigdalina, una sostanza tossica, pericolosa se ingerita in quantità.

[AdSense-B]

Ricetta: torta di pesche fresche e yogurt

Frutti ideali per la preparazione di frullati, mousse, cheesecake. Ma per la colazione ecco una ricetta semplice e gustosa, veloce da preparare e molto gradita da tutti, grandi e piccoli. Per non perdere tempo con la bilancia, useremo come misurino un vasetto da 125 g di yogurt.

Ingredienti:

  • 1 vasetto di yogurt bianco o alla pesca
  • 3 uova
  • 3 vasetti di farina 0
  • 2 vasetti di zucchero semolato
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • mezzo vasetto di olio di semi di girasole (o altro olio di semi)
  • 3 pesche nettarine

In una ciotola capiente, versa lo yogurt, le uova intere, lo zucchero e l’olio. Inizia a mescolare, poi aggiungi la farina, setacciata con il lievito, poco alla volta. Mescola fino a raggiungere un composto morbido e liscio, senza grumi.

Taglia le pesche a fettine, se sono biologiche puoi lasciare la buccia. Versa il composto in una tortiera ad anello e ricopri la superficie con le pesche a fette. Se preferisci, puoi anche tagliarne una a cubetti (sbucciata) e aggiungerla al composto. Per evitare che i cubetti finiscano tutti sul fondo, spolverali con della farina, prima di versarli.

Cuoci in forno ventilato a 180° per circa 40 minuti. Al termine, lascia raffreddare e decora la superficie con zucchero a velo.

Buon Appetito!

 

 

 

Condividi su

Post Correlati