Sei in

Paura di invecchiare? Io no, sono stufo di essere giovane!

Paura di invecchiare: l'immagine è tratta dal film La Morte ti Fa Bella

Voi avete paura di invecchiare? Io no, e in questo articolo voglio spiegarvi il perché. Ormai è notizia anche sui grandi quotidiani. Si celebra la sconfitta della corrosione del tempo in foto di 50enni (e non solo donne) e oltre in “ottima forma”. Il mito della eterna giovinezza che alberga intatto nelle fattezze fisiche.

Paura di invecchiare? Io no, sono stufo di essere giovane!

Personalmente sono stufo di essere giovane. Come se quella fosse l’unica possibilità, modo per abbracciare la vita, per viverla fino in fondo. Dopo, solo l’abisso. E aggiungo. Quelle foto sotto sotto ci dicono “fino a quando e dove” abbiamo diritto ad esercitare il desiderio e sentirci desiderati. L’invecchiamento è insomma lo scivolamento (dietro una spinta data forse da Madre Natura..) verso la rinuncia, verso il perder parti di sé. Forse non ci accorgiamo di quale grande inganno siamo vittime. Conosco donne che non si piacciono più, perché si sentono “brutte” (le rughe, il fisico appesantito) e respingono il desiderio di chi ha ancora voglia di corteggiarle. Conosco uomini che si sentono angosciati davanti ad una donna perché il pisello fa il birichino.

Desiderio e sesso sono parenti, ma non vivono in simbiosi, non sono gemelli. Il sesso senza desiderio è solo un asservimento ad un bisogno scappato di mano. Il desiderio senza sesso è un mondo da scoprire, è un andare “con il corpo oltre il corpo”. E’ parola. Partecipazione ancora più profonda dell’altro. Forse. Il desiderio apre ad un piacere che va oltre quello fisico. Che è disponibile a tutte le età, ma si trascura perché è prevalente l’orgasmo, quell’acmè che brucia il corpo, manda “fuori giri” i sensi. L’eccitazione prevale sul sentimento. Che c’è, non lo sto negando.

Sto parlando di quel desiderio che fa rima con tenerezza, dolcezza, calore, sguardi prolungati (avete mai provato a guardare per un minuto intero il vostro lui/lei? Provate, e poi ditevi che cosa è successo … )

Godere della intimità della nudità, che offre contatto, profonda accettazione, accoglienza, calore. Il corpo come luogo del desiderio non nuovo, ma diversamente vissuto. Come stimolo di emozioni profonde. Una carezza prolungata, uno sfiorare delicato con la mano il corpo dell’altro che accoglie pienamente quel gesto emoziona. Tanto. Lasciamo solo che questa emozione si faccia strada dentro di noi.

Non voglio qui vergare le fattezze di un nuovo kamasutra per senior. Ma dire che a questa età c’è tanto che abbiamo trascurato e che la giovinezza con la sua prorompenza ci ha distolto dal considerare.

Nell’essere umano la sessualità, permeando l’intera persona, non è limitata all’atto sessuale, ma è anche desiderio, passione, erotismo, mezzo espressivo, ricerca di amore, espressione di bisogni che vanno da quello di accudimento alla richiesta di coccole, tenerezza, contatto: è per questo che la sessualità si protrae, in forme diverse, fino all’ultimo giorno di vita.

Ecco perché non voglio essere più giovane. C’è ancora tanto da scoprire. Io voglio vivere!

Condividi su

Post Correlati

Lasciaci un Commento