Sei in

Melagrana aiuta le difese immunitarie

Melagrana aiuta le difese immunitarie

Nella medicina naturale di oggi, la melagrana è un frutto- vaccino, dalla scorza dura che racchiude numerosi chicchi, dal retrogusto leggermente amarognolo: è un diuretico non aggressivo, un tonico cardiaco e un depuratore di vene e arterie perché elimina i grassi in eccesso ed evita si depositino nelle arterie; attiva il sistema immunitario perché contiene vitamine A, C, B, acido ellagico antitumorale e potassio.

“L’albero a cui tendevi la pargoletta mano, il verde melograno da’ bei vermigli fior…”
Giosuè Carducci – “ Pianto antico” 1871

 

L’origine della Melagrana è antichissima

La citazione letteraria è solo una delle testimonianze di come la melagrana sia un frutto noto e rispettato da sempre: è una pianta originaria dell’Africa Settentrionale e dell’Asia Occidentale che è giunta fino a noi in Europa attraverso le rotte commerciali dei mercanti fenici.

L’origine dunque di questa bacca è antichissima e ne è testimonianza la sua presenza nei racconti mitologici che raccontano come sia nato dal sangue di Bacco, ucciso dai titani e riportato in vita da Rea, madre di Giove.
Presente nelle varie tradizioni Egiziana, Babilonese, Ebraica, Indiana, Cinese, Turca, Greca e nella Bibbia, diventa elemento frequente anche nell’arte, sia nei dipinti sacri che profani. Nei dipinti del Medioevo diventa simbolo di resurrezione e, se in mano alla Madonna, di castità.

La melagrana nella medicina naturale di oggi

Nella medicina naturale di oggi, la melagrana è un frutto- vaccino, dalla scorza dura che racchiude numerosi chicchi, dal retrogusto leggermente amarognolo: è un diuretico non aggressivo, un tonico cardiaco e un depuratore di vene e arterie perché elimina i grassi in eccesso ed evita si depositino nelle arterie; attiva il sistema immunitario perché contiene vitamine A, C, B, acido ellagico antitumorale e potassio.

Come usarla in cucina

Qualche semplice idea culinaria è abbinarlo a mela, zenzero e arance con valore antinfiammatorio; in insalata con carciofi per drenare sangue e fegato; con succo di broccoli per evitare degenerazioni cellulari; con echinacea per curare catarro e mal di gola.
La prevenzione è sempre la cura migliore: raddoppiare le difese immunitarie con un frutto vaccino è un’abitudine sana ed economica da grandi effetti benefici.

Condividi su

Post Correlati