Sei in

Materasso: è importante scegliere quello giusto

come scegliere il materasso giusto

La qualità del sonno dipende anche dalla scelta del materasso

Tipologie di materasso

Se la mattina ci alziamo spesso doloranti, se riposiamo male, se ci sembra di non aver dormito affatto: può essere colpa del materasso. Perché i materassi non sono tutti uguali, e scegliere quello giusto, adatto alle nostre esigenze non è sempre facile. Prima di procedere all’acquisto, è utile imparare ad orientarsi tra le molte proposte commerciali. Conoscere tipologie, materiali, strutture interne e rivestimenti sono fattori da tenere in considerazione nella scelta. Oltre al prezzo, naturalmente.

Ecco alcune tipologie di materasso:

  • Memory foam
  • Lattice
  • Molle
  • Combinato

Ciascuno di questi prodotti ha le proprie caratteristiche, vediamole insieme.

Materasso in Memory Foam

Memory, Memory Foam, Schiuma di memory, sono nomi diversi per intendere la stessa cosa. Il materiale è una schiuma di Poliuretano detta visco elastica, miscelata con aria. Il memory è un materiale termoplastico, si scioglie e si deforma tramite il calore corporeo. Reagendo al calore e al peso, si modella attorno alle forme del corpo, distribuendo il peso e contrastando i punti di pressione. Questo favorisce la corretta posizione della colonna vertebrale.

[AdSense-A]

Il memory viene spesso composto in strati , a densità differenti o alternato a strati di lattice, per creare il giusto grado di durezza ed ergonomia. Il supporto su cui dormiamo non dovrebbe mai essere troppo morbido o troppo duro, ma di rigidità media. Il memory è ergonomico, segue le forme del corpo, accoglie e distribuisce il peso in modo bilanciato.

Trattiene molto il calore, quindi più adatto a persone freddolose o a climi freddi. Consigliato a chi si muove poco nel sonno.

Materasso in lattice

Il lattice si ricava da un albero, la pianta della gomma, è un materiale flessibile e traspirante. Viene lavorato da liquido, in modo tale da diventare una schiuma. Tramite un processo di essiccazione, solidifica e perde tutta l’umidità. Un buon materasso in lattice naturale non favorisce la proliferazione di muffe, non si deforma nel tempo e favorisce il riposo a chi si muove molto nel sonno. Ma deve essere lattice al 100%, non mescolato ad altri materiai.  E’ la scelta migliore per asmatici e persone allergiche alla polvere.

Materasso a molle insacchettate

Anche in questo caso la tecnologia ha fatto la sua parte: i moderni materassi a molle sono evoluti, progettati per essere comodi e favorire il riposo. Spesso sentiamo parlare di “ molle insacchettate“. Ma cosa significa davvero? La tecnica è molto semplice: ogni molla, in acciaio, viene inserita in un vero e proprio sacchetto, in tessuto traspirante. Così separate, lavorano in modo indipendente l’una dall’altra, sostenendo il peso e distribuendolo secondo zone di portata differenti. All’interno del materasso si creano spazi di aerazione, che consentono all’aria di circolare. Maggiore è il numero di molle, migliore è la qualità.

Materasso combinato

Sono quelli più comuni. In questo caso le proposte sono davvero molte. I materassi combinati, come dice la parola stessa, sono fabbricati alternando strati di materiali diversi, con caratteristiche specifiche. Troviamo prodotti in lattice con strato superiore in memory, materassi a molle rivestiti da strati di lattice, supporti in memory composti in strati dalle diverse densità. Questo per soddisfare le diverse esigenze dei consumatori, migliorare gli aspetti ergonomici, di comodità e traspirabilità.

Il rivestimento esterno del materasso

La fodera del materasso, ovvero il rivestimento esterno, non è da sottovalutare quando scegliamo il prodotto. Come per la struttura interna, anche il rivestimento esterno ha caratteristiche e funzioni specifiche. Possiamo scegliere tessuti naturali, poliestere anallergico, tessuti combinati con fibra d’argento, Aloe vera, Bamboo. In genere sono tutti asportabili e lavabili in lavatrice.

Silver safe

Tra le novità del mercato, troviamo la fodera in Silver Safe, ovvero un tessuto integrato con sottilissime fibre d’Argento. L’Argento è antimicrobico, antistatico e antiodore.

Aloe vera

Questo tipo di rivestimento contiene al suo interno delle piccolissime particelle in gel di aloe, dall’effetto rinfrescante ed emolliente, indicato a chi soffre di eccessiva sudorazione notturna.

Bamboo

Anche il Bamboo è antibatterico, naturale e dall’azione rinfrescante. E’ traspirante e favorisce la dispersione del sudore.

Disponibili anche in puro cotone o poliestere, meglio scegliere delle fodere asportabili e lavabili in lavatrice, a garanzia di una migliore igiene e durata del materasso.

[AdSense-B]

Quali sono i migliori materassi?

Concludendo, possiamo dire che non esiste un “migliore materasso”, la scelta dipende esclusivamente dalle esigenze di ognuno, dalla propria conformazione fisica e dal modo in cui si è abituati a dormire. Persone molto pesanti dovrebbero scegliere materassi più rigidi, i più morbidi sono indicati per i bambini o gli anziani. Il memory è consigliato a chi si muove poco nel sonno, ma non a chi soffre di eccessive sudorazioni notturne. Chi la notte non riesce a stare fermo, dovrebbe valutare l’acquisto di un materasse in lattice, che, assorbendo i movimenti, favorisce un riposo continuo e confortevole.

Riguardo al prezzo, non sempre un materasso economico è di scarsa qualità. L’offerta è talmente ampia da rendere possibile l’acquisto di un prodotto di buona fattura ad un prezzo conveniente.

 

Condividi su

Post Correlati