Sei in

La Nuova Reacto Kom di Vincenzo Nibali per il Tour

Nuova Reacto Kom di Vincenzo Nibali

Ecco un’altro modello esclusivo per la  BAHRAIN-MERIDA PRO CYCLING TEAM: la nuova Merida Reacto Kom con cui Vincenzo Nibali sta correndo, proprio in queste settimane, il Tour de France 2018.

Nonostante in passato avesse preferito la SCULTURA, Vincenzo Nibali ha scelto il REACTO con cui ha vinto quest’anno la Milano Sanremo. Le prestazione in generale e la migliore aerodinamica lo hanno convinto a scegliere il telaio REACTO. Tuttavia, la versione standard BAHRAIN-MERIDA di REACTO nella sua configurazione da gara ha un peso di 7,2 kg, il che significa che la bici completa incluso il misuratore di potenza è 400 gr oltre il limite di peso dell’UCI.

Quando Nibali ha detto  al team MERIDA  che sarebbe stato entusiasta di usare la REACTO nelle tappe di alta montagna del Tour de France, è nato il progetto  ‘REACTO KOM’ (Re della Montagna) con l’obiettivo di ridurre il peso fino alle specifiche dell’UCI.

Per raggiungere il peso di gara fissato a  6,8 kg, il team R & D ha esaminato i seguenti aspetti:

Telaio specifico con lay-up standard, ma con le ceppi di carbonio più leggere possibili scelte e integrate nei vari segmenti del telaio generale.

Nuova Reacto Kom di Vincenzo Nibali Credit Bettini Foto

Anche gli sponsor tecnici del Team hanno fatto la loro parte per il progetto KOM REACTO: la FSA ha fornito un gruppo sterzo più leggero, la CONTINENTAL pneumatici tubolari e assi in titanio per ruote e pedali.

Anche l’occhio vuole la sua parte e così il team non ha trascurato di dare alla nuova bici da corsa del siciliano colori e immagini che celebrassero il grande campione. Sul telaio sono presenti infatti i colori che simboleggiano le sue vittorie nei grandi giri: Tour de France 2014, Giro d’Italia 2013 e 2016 e Vuelta a España 2010.

I colori che simboleggiano le sue vittorie nei grandi giri: Tour de France 2014, Giro d’Italia 2013 e 2016 e Vuelta a España 2010.

Non poteva mancare anche un omaggio al soprannome  di Vincenzo “Lo squalo di Messina”.

I Denti d’argento omaggio al soprannome  di Vincenzo “Lo squalo di Messina”.
Condividi su

Post Correlati