Sei in

Insalata: meglio quella confezionata e pronta al consumo o quella lavata in casa?

insalata

Tanto amata per le sue numerose proprietà nutrizionali e leggerezza e particolarmente apprezzata per la sua praticità soprattutto come contorno a diverse pietanze, l’insalata è un alimento da sempre presente sulle nostre tavole. Ci sarà, dunque, senz’altro capitato di porci il dubbio se sia abbastanza sicura quella che, ormai da alcuni anni, ritroviamo nei supermercati confezionata e già pronta al consumo senza necessità di ulteriori trattamenti. Se da una parte, infatti, possa risultare di notevole comodità, dall’altra abbiamo la presenza dei più scettici che preferiscono comunque effettuare un ulteriore lavaggio in seguito all’apertura della confezione.. ma è davvero necessario? e siamo sicuri che i nostri lavaggi domestici siano effettuati in maniera corretta?

L’istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie ha effettuato un progetto di ricerca proprio al fine di verificare l’efficacia dei sistemi di lavaggio dell’insalata sia a livello domestico che industriale, concentrando la propria attenzione sui prodotti vegetali di IV gamma, quelli cioè confezionati e pronti al consumo.

[AdSense-B]

Da tale ricerca è emerso come la metà dei consumatori, su un totale di circa 200 intervistati, lavi l’insalata solo con acqua, senza utilizzo di altri prodotti, un quarto circa utilizza il bicarbonato di sodio e un altro quarto circa utilizza disinfettanti a base di cloro; a livello industriale invece prevale l’utilizzo di peracidi (56% dei lotti analizzati) o, in misura inferiore, utilizzano ozono (16%).

La ricerca prosegue dunque con l’analisi di laboratorio dei vari lotti di vegetali sottoposti ai diversi metodi di lavaggio testandoli per i microrganismi più comuni nell’ambito di tale settore (Salmonella spp e Listeria monocytogenes come criteri di sicurezza alimentare e microrganismi a 30°C e coliformi come criteri di igiene dei processi).

I risultati, come evidenzia la tabella riportata, ci mostrano come il lavaggio con disinfettanti a base di cloro sia risultato il più efficace per tutti i criteri microbiologici e le tecnologie di trattamento considerati; al secondo posto, invece, abbiamo il lavaggio con peracidi (per i criteri di sicurezza alimentare)

tabella risulti lavaggio insalata

Possiamo dunque affermare che, a livello domestico, il lavaggio con l’ausilio di disinfettanti a base di cloro sia senz’altro il più efficace ma, a livello industriale, quello con peracidi non sia da meno garantendo in ogni caso assenza di residui e mantenimento delle caratteristiche organolettiche del prodotto.

Condividi su

Post Correlati