Sei in

Guida senza assicurazione: le sanzioni e i rischi che si corrono

In questo articolo parliamo di guida senza assicurazione: vedremo quali sono le norme che regolano la materia e cosa si rischia a circolare sprovvisti della copertura assicurativa. Prenderemo in considerazione alcuni casi specifici come l’auto senza assicurazione parcheggiata, o se si può circolare nei 15 gg successivi alla scadenza del contratto.

Il fenomeno della guida senza assicurazione è sempre più frequente in questi ultimi anni. Complice la crisi economica sono molti gli automobilisti che si mettono alla guida del proprio autoveicolo sprovvisti della Assicurazione RC Auto che in Italia sappiamo essere obbligatoria di legge. Le autorità, di fronte alla gravità della situazione,  si sono attrezzate per dare la caccia ai furbetti. Oggi, infatti, i dispositivi con cui le forze dell’ordine rilevano le infrazioni (gli autovelox ad esempio) sono in grado di individuare quei mezzi che circolano senza polizza assicurativa.

Vediamo allora in questo articolo cosa si rischia a guidare senza assicurazione, distinguendo anche i casi in cui la polizza sia scaduta da meno a più dei 15 giorni e analizzando anche la situazione dell’auto senza assicurazione parcheggiata.

Guida senza assicurazione le norme che regolano la materia

L’obbligatorietà dell’Assicurazione auto, è stata introdotta in Italia con la legge Legge n. 990 del 24/12/1969 Secondo questa legge i proprietari dei i veicoli a motore senza guida di rotaie, compreso i filoveicoli e i rimorchi, sono tenuti alla stipula una polizza RCA, acronimo che indica  un contratto, di tipo civilistico, che viene stipulato tra il proprietario del veicolo stesso e una compagnia assicurativa nel momento in cui il suddetto mezzo viene posto in circolazione stradale. Nello specifico il contratto deve prevedere il risarcimento dei danni causati a terzi (compresi i trasportati), animali e cose altrui, secondo la responsabilità civile verso i terzi prevista dall’articolo 2054 del codice civile.

Quali sono le sanzioni in caso guida senza assicurazione

 

 

Passiamo ora alle sanzioni. Cosa succede al proprietario di un auto che non ha la polizza? Il codice dalla strada, in mancanza del contratto assicurativo, prevede le sanzioni di cui all’art. 193 “Obbligo dell’assicurazione di responsabilità civile”.

Chiunque circola senza la copertura assicurativa obbligatoria di legge è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 849,00 a euro 3.396,00, oltre al sequestro del veicolo.

Sono previste riduzioni della somma dovuta ad un quarto in due casi:

  1.  se il proprietario del veicolo provvede al rinnovo della polizza assicurativa entro i 15 gg dalla contestazione della sanzione.
  2. l’interessato, entro trenta giorni dalla contestazione della violazione, previa autorizzazione dell’organo accertatore, esprime la volontà e provvede alla demolizione e alle formalità di radiazione del veicolo.

Se le forze dell’ordine fermano un veicolo senza assicurazione

Attenzione perché la guida senza assicurazione comporta anche il sequestro del veicolo, che verrà restituito dopo il pagamento della sanzione prevista, del trasporto, del deposito e dell’assicurazione per un periodo di almeno 6 mesi.

Accertamento della mancanza dell’assicurazione con mezzi elettronici

 

 

Come si diceva all’inizio dell’articolo le auto che circolano senza assicurazione sono in aumento. Le autorità per contrastare tale fenomeno sono corse ai ripari. I così detti autoscan, le telecamere poste all’ingresso delle zone ZTL, i  Telepass, gli Autovelox o i Tutor sono utilizzati per prevenire queste infrazioni. Vediamo allora come viene regolata questa materia:

Le autorità preposte al controllo della circolazione stradale (Polizia di Stato, Carabinieri e Polizia Locale) possono accertare la mancanza di copertura assicurativa confrontando i dati delle polizze emesse dalle Compagnie Assicuratrici con quelle provenienti dai dispositivi o apparecchiature di cui alle lettere e), f) e g) del comma 1-bis dell’articolo 201 Codice della Strada, omologati ovvero approvati per il funzionamento in modo completamente automatico e gestiti direttamente dagli organi di polizia stradale. In sostanza i dispositivi ideati per rilevare infrazioni come superamento dei limiti di velocità o passaggio con il semaforo rosso,ora sono impiegati anche per scovare i veicoli non assicurati.

Ecco allora che chi viene “fotografato” alla guida della propria autovettura non assicurata verrà chiamato dall’autorità che avrà riscontrato la mancanza a produrre il certificato di assicurazione obbligatoria, ai sensi e per gli effetti dell’articolo 180, comma 8.

Tenete presente infatti che la documentazione fotografica prodotta dai dispositivi o apparecchiature di cui al comma 4-ter, costituisce atto di accertamento, ai sensi e per gli effetti dell’articolo 13 della legge 24 novembre 1981, n. 689, in ordine alla circostanza che al momento del rilevamento un determinato veicolo, munito di targa di immatricolazione, stava circolando sulla strada.

Cosa succede in caso di incidente se il veicolo che ha causato i danni è sprovvisto di assicurazione?

Chi, alla guida di un veicolo sprovvisto di assicurazione ha causato l’incidente, o il proprietario dell’autovettura o del mezzo coinvolta nell’incidente,  è comunque tenuto a pagare i danni causati a cose e persone. Sappiamo però che i danni conseguenti ad un incidente stradale possono ammontare a cifre importanti, sopratutto in caso di feriti se non addirittura di morte. In una situazione del genere il danneggiato può ricorrere al Fondo di Garanzia per le vittime della strada presso la CONSAP. In questo caso si potrà ottenere un risarcimento per i danni subiti con una franchigia di 500,00 € per i danni alle cose. Nella realtà il suddetto Fondo interviene anche in altre casistiche con regole specifiche che verranno affrontate in un successivo articolo.

Vale la pena di ricordare che su Il Portale dell’Automobilista  è possibile verificare la copertura assicurativa di un veicolo inserendo la sola targa. Ci sono anche alcune Compagnie Assicuratrici che mettono a disposizione dei propri clienti un app che tra gli altri offre anche questo servizio.

Cosa succede se lascio l’auto senza assicurazione parcheggiata?

 

 

Leggiamo bene l’articolo 193 del Codice della Strada:  “i veicoli a motore senza guida di rotaie, compresi i filoveicoli e i rimorchi, non possono essere posti in circolazione sulla strada senza la copertura assicurativa a norma delle vigenti disposizioni di legge sulla responsabilità civile verso terzi. L’organo accertatore ordina che la circolazione sulla strada del veicolo sia fatta immediatamente cessare e che il veicolo stesso sia in ogni caso prelevato, trasportato e depositato in luogo non soggetto a pubblico passaggio”. Se ne desume che anche il veicolo lasciato parcheggiato in strada senza la polizza incorre nelle sanzioni previste.

Multa assicurazione auto scaduta da meno di 15 gg

Veniamo infine ad un’ultimo caso che da sempre scatena discussioni ma che grazie ad una circolare del Ministero dell’interno è stato chiarito: chi circola con l’assicurazione da meno di 15 giorni è passibile di multa?

Il 14 febbraio 2013 il Ministero dell’Interno ha emesso una circolare in cui afferma che  “per un periodo limitato di quindici giorni dalla scadenza, l’assicurato, in attesa di sottoscrivere un altro contratto in tempo utile, durante tale periodo può continuare a esibire il certificato e il contrassegno scaduti”.

Tale circolare interpreta e chiarisce al meglio l’articolo 22 del decreto legge 179/12, che è subentrato modificando il d.l. 209/09 del codice delle assicurazioni private, introducendo l’articolo 170-bis sull’esclusione del tacito rinnovo delle polizze assicurative. Con l’abolizione del tacito rinnovo delle polizza RCA si e creato infatti un equivoco. Taluni sotenevano infatti che non essendoci l’obbligo a rinnovare la polizza con la compagnia questa non era tenuta a coprire i danni nel periodo immediatamente successivo alla scadenza del contratto. La circolare in oggetto ha fugato qualsiasi dubbio nel merito.

Conclusioni sulla Guida senza assicurazione

Per noi automobilisti è importante assicurarci come previsto dalla legge. Si tratta prima di tutto di un comportamento di buon senso e di responsabilità verso i nostri simili. Le sanzioni di cui vi abbiamo parlato in questo articolo devono scoraggiare da un lato i furbi, quelli che pensano di potersela cavare, ma dall’altro ci dicono di essere sempre attenti alle nostre scadenze per non incorrere nel pagamento della multa o peggio ancora di trovarci nella spiacevole situazione di risarcire di tasca nostra un danneggiato.

Potrebbe anche interessarti:

Omicidio stradale: l’assicurazione tutela legale conviene farla?

Come scegliere la migliore assicurazione auto in assoluto 9 cose da sapere

 

Condividi su

Post Correlati

Lasciaci un Commento