Sei in

Giro 102: a Pinerolo arriva il giorno di Cesare Benedetti

Per un uomo come Cesare Benedetti (Bora Hansgrohe) dopo un vita passata ad aiutare i compagni di squadra è arrivata la prima vittoria da professionista. Il trentunenne di rovereto ha vinto la dodicesima tappa del Giro d’Italia 2019, la prima frazione con una salita vera. Quella Cuneo Pinerolo dedicata a Fausto Coppi, di cui si celebra il centenario della nascita, che nel 1949 la vinse con una impresa epica, un uomo solo al comando: Coppi giunse al traguardo con 11’52” sul suo rivale di sempre, Gino Bartali.

Alle spalle di Benedetti Damiano Caruso (Bahrain-Merida) e Eddie Dunbar (Team Ineos). Jan Polanc (UAE Team Emirates), sesto al traguardo è la nuova Maglia Rosa.

Benedetti era uno dei 25 corridori andati in fuga dopo una ventina di chilometri dal via. Con Polanc che si inserisce tra i fuggitivi si garantisce la possibilità di mantenere in squadra la Maglia Rosa. I fuggitivi sono arrivati ad avere un vantaggio oltre i quindici minuti. Sulla salita del Montoso il drappello si è sfilacciato. Il primo a transitare in cima è stato Gianluca Brambilla (Trek-Segafredo), e così anche la Maglia Azzurra è rimasta nello stesso Team. Giulio Ciccone infatti non è riuscito ad entrare nel gruppo dei battistrada e così ha dovuto cedere il simbolo dei GPM al suo compagno.

Terminata la discesa, Benedetti, rimasto più attardato rispetto agli uomini di testa è riuscito a riprendere contatto con il è così negli ultimi metri a ripreso i primi ed è andato a coglier il successo.

Per quanto riguarda i big oggi sono stati Mikel Landa (Movistar) e Miguel Angel Lopez (Astana) che sono riusciti ad allungare sul gruppo di Vincenzo Nibali (Team Bahrain Merida) Simon Yates (Mitchelton-Scott) e Primoz Roglic (Team Jumbo-Visma) è sono arrivati al traguardo con poco meno di una trentina di secondi di vantaggio.

Dunque ora in Classifica Generale al comando troviamo Jan Polanc davanti a Roglic a 4′ 07 e l’ex Maglia Rosa Valerio Conti (UAE Team Emirates) a 4’51”. Nibali rientra nella top ten: il siciliano è ora quinto con un ritardo dal Polanc di 5′ 51”.

 

 

 

Giro d’Italia 2019 tappa 12 ordine di arrivo

 

1 Cesare Benedetti (Ita) Bora-Hansgrohe 03:41:49
2 Damiano Caruso (Ita) Bahrain-Merida
3 Edward Dunbar (Irl) Team Ineos
4 Gianluca Brambilla (Ita) Trek-Segafredo 00:00:02
5 Eros Capecchi (Ita) Deceuninck-QuickStep 00:00:06
6 Jan Polanc (Slo) UAE Team Emirates 00:00:25
7 Matteo Montaguti (Ita) Androni Giocattoli-Sidermec 00:00:34
8 Thomas De Gendt (Bel) Lotto Soudal 00:02:36
9 Francesco Gavazzi (Ita) Androni Giocattoli-Sidermec
10 Manuel Senni (Ita) Bardiani CSF 00:02:38
11 Josef Cerny (Cze) CCC Team 00:02:42
12 Tobias Ludvigsson (Swe) Groupama-FDJ 00:02:52
13 Roger Kluge (Ger) Lotto Soudal 00:03:05
14 Luca Covili (Ita) Bardiani CSF
15 Enrico Gasparotto (Ita) Dimension Data 00:03:23

 

 

Giro d’Italia 2019 Classifica Generale

 

1 Jan Polanc (Slo) UAE Team Emirates 48:49:40
2 Primoz Roglic (Slo) Team Jumbo-Visma 00:04:07
3 Valerio Conti (Ita) UAE Team Emirates 00:04:51
4 Eros Capecchi (Ita) Deceuninck-QuickStep 00:05:02
5 Vincenzo Nibali (Ita) Bahrain-Merida 00:05:51
6 Bauke Mollema (Ned) Trek-Segafredo 00:06:02
7 Rafal Majka (Pol) Bora-Hansgrohe 00:07:00
8 Richard Carapaz (Ecu) Movistar Team 00:07:23
9 Andrey Amador (CRc) Movistar Team 00:07:30
10 Hugh John Carthy (GBr) EF Education First 00:07:33
11 Enrico Gasparotto (Ita) Dimension Data 00:07:37
12 Ilnur Zakarin (Rus) Katusha-Alpecin 00:07:45
13 Simon Yates (GBr) Mitchelton-Scott 00:07:53
14 Amaro Antunes (Por) CCC Team 00:07:56
15 Francesco Gavazzi (Ita) Androni Giocattoli-Sidermec 00:07:59
Condividi su

Post Correlati