Sei in

Giro 101 Chaves vince sull’Etna, Simon Yates in Maglia Rosa

Sulla cima dell’Etna, sede di arrivo della sesta tappa del Giro d’Italia 2018, la Mitchelton-Scott con una doppietta fa il pieno: conquista la vitoria di tappa con Esteban Chaves e grazie al secondo posto il suo compagno Simon Yates conquista la Maglia Rosa. Completa il podio della giornata Thibaut Pinot  Groupama – FDJ. Bene anche Domenico Pozzovivo Team Bahrain Merida che chiude quinto oggi e sale al 4° posto nella generale.

La Classifica Generale dunque cambia: al comando Simon Yates, seguito a 16” da Tom Dumoulin Team Sunweb, ed al terzo posto con un ritardo di 26” Esteban Chaves. Quarto Domenico Pozzovivo e alle sue spalle Thibaut Pinot. In affanno oggi Fabio Aru UAE Team Emirates e Chirs Froome Team Sky.

Cambia anche la Maglia Azzura che dalle spalle di Enrico Barbin passa a quelle di Esteban Chaves che con la vittoria di tappa ha conquistato 50 punti.  Anche la classifica del miglior giovane ha un nuovo leader, Richard Carapaz  Movistar Team.

 

[AdSense-A]

Giro 101 tappa 6 cronaca della tappa

La corsa parte subito veloce e la fuga non decolla. Si arriva al traguardo volante di Enna ancora con il gruppo compatto. I primi tre a transitare nel capolugo siciliano sono Ciccone, Frapporti, Mohoric.

Successivamente si forma un drappello consistente che va all’attacco. Il gruppo si è lasciato sorprendere e così sono 28 gli uomini che vanno in fuga. Tra loro anche Esteban Chaves. Alla fine restano in 26 e guadagnano più di 3’ sul gruppo Magli Rosa.

La fuga era così composta: Haga e Oomen (Sunweb), Tonelli e Ciccone (Bardiani Csf), Cherel, Jauregui e Denz (Ag2r), De La Cruz e Henao (Sky), Frapporti e Gavazzi (Androni), Mori, Polanc e Ulissi (UAE), Zardini (Wilier), Gesink (Lotto Jumbo), Hermans e Plaza (Israel), Reichenbach e Roy (Groupama), Haig e Chaves (Mitchelton), Eg (Trek), Quintana (Movistar). Unica squadra che non ha uomini nella fuga è l’Astana

Si arriva intanto al secondo traguardo di giornata quello di Piazza Armerina ed il primo a transitare è Mirko Frapporti della Androni Giocattoli.

A questo punto la gara sembra stabilizzarsi con la fuga che precede gli inseguitori di un paio di minuti. Quando mancano 20 km al traguardo il vantaggio dei 28 uomini è sceso a 1’32’’. Alcuni dei fuggitivi iniziano però inevitabilmente a perdere il contatto ed essere riassorbiti dal gruppo.

La fuga inizia la salita, lunga 15 km con strappi improvvisi. Il primo ad attaccare è Gesink imprimendo un forcing che fa selezione. Dietro è l’Astana che cha fa il ritmo. Dopo Gesink è il turno di De Marchi di provare l’allungo. Insieme a Hermans formano una coppia al comando. Dietro di loro solo sette uomini della fuga iniziale hanno resistito tra di loro sempre Chavez, Ulissi e Henao. Proprio il colombiano della Sky si lancia all’inseguimento della coppia. Gli risponde bene Chaves mentre va in difficoltà Ulissi.

Ai meno 11 km dunque si forma un quartetto al comando, De Marchi, Hermansn, Chaves ed Henao. Il gruppo maglia rosa sempre guidato dall’Astana si trova a 1’10’’. Del forcing del team kazako ne fa le spese tra gli altri Davide Formolo, vittima di una caduta all’imbocco della salita.

Davanti si fa vedere Giulio Ciccone che si riporta sui 4 in testa e poi prova l’allungo. Tutto questo quando mancavano poco meno di 10 km all’arrivo.  L’italiano guadagna 13’’ ma dietro sono ancora Henao e Chaves che non desistono e si riportano su di lui. Anche dopo questo tentativo gli uomini al comando si ritrovano insieme.  Sono in otto tra cui Diego Ulissi.

Ai meno 6 km dall’arrivo mentre il gruppo insegue a 1 minuto, rilancia ancora Ciccone che stacca nuovamente i suoi compagni di fuga; dietro gli uomini dell’Astana recuperano ancora terreno e il gap scende a 35’’. Non finiscono però gli attacchi: davanti ci pensa Chaves che si porta su Ciccone e lo supera.  Dietro, nel gruppo principale,  inizia a tirare Miguel Angel Lopez: non si fanno sorprendere Domenico Pozzovivo,  Tom Dumoulin e Pinot, più affaticato Fabio Aru si mantiene a ruota. Questi uomini riprendono ciò che rimane della fuga. Davanti resta solo Chaves con un vantaggio di 35’’.

Ai meno 3 ci prova Domenico Pozzovivo a lanciare un attacco, la sua manovra fa una vittima illustre, la maglia rosa che si attarda. Un altro attacco di Lopez che però non si scrolla di dosso Pozzovivo, Bennet e gli altri. Poi arriva il turno di Yates che stacca con decisione tutti e riprende il suo compagno di squadra.

SI forma una coppia al comando e la vittoria a Chaves e la maglia rosa a Simon Yates.

 

[AdSense-B]

 

Giro 101 tappa 6 ordine di arrivo

1Esteban Chaves (Col) Mitchelton-Scott4:16:10
2Simon Yates (GBr) Mitchelton-Scott
3Thibaut Pinot (Fra) Groupama-FDJ0:00:26
4George Bennett (NZl) LottoNL-Jumbo
5Domenico Pozzovivo (Ita) Bahrain-Merida
6Miguel Angel Lopez (Col) Astana Pro Team
7Richard Carapaz (Ecu) Movistar Team
8Tom Dumoulin (Ned) Team Sunweb
9Fabio Aru (Ita) UAE Team Emirates
10Chris Froome (GBr) Team Sky

 

[AdSense-C]

 

Giro 101 tappa Classifica Generale Top Ten

1Simon Yates (GBr) Mitchelton-Scott22:46:03
2Tom Dumoulin (Ned) Team Sunweb0:00:16
3Esteban Chaves (Col) Mitchelton-Scott0:00:26
4Domenico Pozzovivo (Ita) Bahrain-Merida0:00:43
5Thibaut Pinot (Fra) Groupama-FDJ0:00:45
6Rohan Dennis (Aus) BMC Racing Team0:00:53
7Pello Bilbao (Spa) Astana Pro Team0:01:03
8Chris Froome (GBr) Team Sky0:01:10
9George Bennett (NZl) LottoNL-Jumbo0:01:11
10Fabio Aru (Ita) UAE Team Emirates0:01:12
Condividi su

Post Correlati