Sei in

Diario da Budapest 2017: programma e risultati della 6^giornata mondiali di nuoto

pubVenerdì 28 luglio 2017 – XXVII edizione dei Campionati Mondiali Fina – Budapest 2017:  ecco il programma delle gare in vasca e i risultati della 6^giornata.

 

 

Diario di Budapest:

Terzultima giornata in quel di Budapest che vede l’inesorabile fine delle sfide nella Duna Arena. In questo venerdì 28 luglio la nazione che esce trionfatrice è la Russia.

Prima di parlare delle notevole prestazione del popolo russo, bisogna iniziare con la quanto mai sorprendente finale dei 100m stile libero femminili che a sorpresa non vedono la neo-primatista della distanza Sarah Sjostroem, che ha condotto la gara fino ai 50m per poi subire la rimonta di una devastante Simone Manuel che bissa dopo l’oro olimpico ottenuto l’anno scorso all Acqutics Center di Rio. La campionessa americana vince con un crono di 52.27, davanti alla sconfitta Sjostrom che chiude con 52.31. Terza una sorprendente Pernille Blume, campionessa olimpica dei 50m stile, che si guadagna il bronzo con un tempo di 52.69

La notevole cavalcata russa odierna ha avuto inizio nella gara dei 200m dorso maschili che ha registrato la netta vittoria di Evgeny Rylov che batte il campione olimpico in carica Ryan Murphy con un tempo di 1:53.61, gara che l’ha visto dominare fin dall’inizio e mantenere la leadership fino al termine della gara, nonostante il recupero dell’americano, che chiude con un tempo di 1:54.21. Bronzo per il secondo americano Jacob Pebley che batte la concorrenza con un crono di 1:55.06

La stessa distanza è stata percorsa poi dalle donne, che si sono impegnate nelle 4 vasche per accedere,solo le migliori 8, alla finale di domani pomeriggio. Domina la campionessa di Kazan 2015, l’australiana Emily Seebohm che un crono di 2:05.81 si guadagna la corsia n°4 ai blocchetti di partenza per la finale. Per il podio saranno, inoltre, presenti la campionessa e neo primatista dei 100m dorso, la canadese Kylie Masse e le due americane Kathleen Baker, argento nei 100m, e la 15enne Regan Smith.

Passando alla velocità pura, sono andate in scene le semifinali dei 50m stile libero maschili che, ancora una volta, registrano la straordinaria progressione del giovane americano Caleeb Dressel che chiude la vasca secca con il primo crono di ingresso utile per la finale: 21.29. Segue il russo Vladimir Morozov a 21.45 e il brasiliano Bruno Fratus 21.60, stesso tempo per il campione dei 50m delfino Benjamin Proud.

Nel capitolo conclusivo della rana femminile dei 200m, vince, come da pronostico la russa Yuliya Efimova, che si riscatta dalla controprestazione nella finale dei 100m. Conquista l’oro con un tempo di 2:19.64, precede così l’ottima americana Bethany Galat con 2:21.77. Bronzo per la cinese, ormai abbonata a questo gradino del podio, Jinglin Shi (2:21.93). Gara che ha visto il dominio nelle prime due vasche della primatista dei 100m rana Lilly King, che ha chiuso in quarta posizione la sua gara, per poi ammirare il recupero e l’avanzata finale della Efimova.

Altra gara orfana del suo campione più celebre, e attuale primatista, Michael Phelps; sono infatti, andate in scena le semifinali dei 100m delfino. Questa gara, però, non soffre troppo la mancanza del campione di Baltimora poiché, per l’ennesima volta è Caleeb Dressel a timbrare il biglietto per il primo posto per la finale di domani, 50.07 il suo tempo, non troppo distante dal primato del connazionale. Sarà presente anche il campione olimpico in carica della distanza Joseph Schooling, che entra con il quarto crono 50.78. Non mancheranno ai blocchetti di partenza nemmeno Laszlo Cseh, sesto crono il suo (51.16) e James Guy, il deluso dei 200m e 400m stile(50.67).

Si è poi proceduto con la sfide tra le migliori 16 per l’ingresso in finale per i 50m delfino femminili. Come da pronostico batterie dominate da Sarah Sjostrom(25.30) e Kelsi Worrell, 25.57 il tempo dell’americana.

Infine è arrivato il terzo titolo iridato per la Russia quest’oggi nella finale dei 200m rana, con Anton Chupkov che con il record dei campionati (2:06.96 ER, CR) domina la sfida lanciata dalla coppia giapponese Yasuhiro Koseki (2:07.29) e Ippei Watanabe (2:07.47), rispettivamente argento e bronzo. Gara che nelle prime due vasche ha visto la fuga dei due giapponesi, salvo poi essere ripresi dal russo che non ha lasciato scampo a nessuno.

Capitolo conclusivo della giornata riservato alla staffetta 4×200 stile libero maschile, orfana della corazzata americana vincitrice alle olimpiadi dell’anno passato con il duo Ryan Lochte e Michael Phelps.

Vittoria in rimonta nelle ultime 2 frazioni per la Gran Bretagna, già vincitrice a Kazan nella passata edizione, che con il quartetto (Stephen Milne, Nicholas Grainger, Duncan Scott, James Guy) regola la concorrenza con un crono da 7:01.70
Argento per la solida armata russa(Mikhail Dovgalyuk, Mikhail Vekovishcehv, Danila Izotov, Aleksandr Krasnykh) che chiude con 7:02.68. Nonostante la mancanza dei pezzi da 90 per gli USA arriva un buon terzo posto con il tempo di 7:03.18 per il quartetto d’oltreoceano(Blake Pierioni, Townley Haas, Jack Conger, Zane Grothe)

 

Programma del mattino

  • 50 stile libero uomini
  • 800 stile libero donne
  • 200 dorso donne
  • 100 farfalla uomini
  • 50 farfalla donne
  • 4×200 stile libero uomini

Programma del Pomeriggio: Semifinali e finali

  • 50 stile libero uomini (semifinali)
  • 200 dorso donne (semifinali)
  • 100 farfalla uomini (semifinali)

******

100 stile libero donne (finale)

Oro Simone MANUEL United States of America USA 52.27
Argento Sarah SJOSTROM Sweden SWE 52.31 + 00.04
Bronzo Pernille BLUME Denmark DEN 52.69 +00.42

******

200 dorso uomini (finale)

Oro Evgeny RYLOV Russian Federation RUS 1:53.61
Argento Ryan MURPHY United States of America USA 1:54.21 + 00.60
Bronzo Jacob PEBLEY United States of America USA 1:55.06 + 01.45

******

200 rana donne (finale)

Oro Yuliya EFIMOVA Russian Federation RUS 2:19.64
Argento Bethany GALAT United States of America USA 2:21.77  + 02.13
Bronzo Jinglin SHI People’s Republic of China CHN 2:21.93  + 02.29

******

4×200 stile libero uomini (finale)

Oro Great Britain GBR 7:01.70
Argento Russian Federation RUS 7:02.68 + 00.98
Brozno United States of America USA 7:03.18 + 01.48

Condividi su

Post Correlati

Lasciaci un Commento