Sei in

Caso Moro Complici un libro inchiesta

Caso Moro Complici Il patto segreto tra DC e BR

Caso Moro Complici  Il patto segreto tra DC e BR  Stefania Limiti e Sandro Provvisionato Edizioni Chiare Lettere

In occasione del centenario della nascita di Aldo Moro propongo una lettura rivelatrice

Dopo quarant’anni, quattro processi e continui depistaggi, esce un’inchiesta con nuovi fatti e testimonianze. La verità non è mai stata così vicina.

Caso Moro Complici : un episodio che ha segnato un punto di svolta del nostro paese

Questo libro inchiesta aggiunge ulteriori informazioni su quello che si può definire un romanzo senza fine della nostra storia recente. Uso la parola romanzo senza voler mancare di rispetto. In realtà sto parlando della pagina più buia della storia della prima repubblica. Potremmo definirlo il nostro undici settembre senza timore di essere esagerati. Da quel giorno l’Italia non è stata più la stessa. Quell’evento ha segnato la fine della ascesa delle BR. Da quel momento in poi la famosa zona grigia, che stava attorno alle bande armate, di fronte a tanta ferocia e alla scelta di un obiettivo così alto iniziò lo scollamento dai rivoluzionari. Dopo il sequestro dello Statista Democristiano il PCI di Berlinguer vide inesorabilmente sfumare la possibilità di prendere parte al governo del paese.

Le coscienze di un paese scosse da tanta violenza

Il sequestro Moro, ancora oggi, non è mai stato chiarito del tutto nei suoi aspetti. Le coscienze di molti furono scosse dal cinismo e dalla ferocia. Ma non furono solo i brigatisti a destare tanto sgomento nel paese, lo fecero anche il cinismo e l’ipocrisia della classe dirigente democristiana unita dietro alla parola, allora molto in voga, “fermezza”. Ma dietro a questa parola si nascondeva altro rispetto ad un principio di uno stato democratico che non vuole scendere a patti con il terrorismo.

Una storia della mille verità

Caso Moro Complici  Il patto segreto tra DC e BR  Stefania Limiti e Sandro Provvisionato Edizioni Chiare Lettere

I fatti e gli episodi riportati con precisione e lucidità in questo libro fanno trasparire come la verità di quell’evento abbia molte facce. Accanto ai brigatisti, e anche tre i brigatisti stessi, si trovano personaggi che nulla hanno a che fare con i fondamenti della lotta armata. In realtà son lì per controllare la situazione, per capire quali conseguenze possano avere gli interrogatori dell’Onorevole Aldo Moro e per assicurarsi che il presidente non faccia mai ritorno a casa.

16 marzo 1978, là dove tutto è iniziato, in via Fani

Emblematica la ricostruzione del 16 marzo 1978, là dove tutto è iniziato, in via Fani. Con dovizia di particolari e perizie si dimostra che vi fosse qualcun altro a garantire il successo della spedizione militare e che se le forze in campo fossero state solo quelle raccontate dai protagonisti noti, l’agguato, quel giorno, non avrebbe avuto successo.

Giornalisti coraggiosi che compensano uno stato omertoso e reticente

In occasione del centenario della nascita di Aldo Moro scrivo la recensione di questo libro perché è solo grazie a giornalisti come Stefania Limiti e Sandro Provvisionato (e tanti con loro in altre inchieste) se in Italia certe verità vengono a galla a dispetto dei depistaggi o dei segreti di stato. In altre nazioni moderne i segreti di stato vengono, dopo un certo numero di anni, rivelati e i cittadini possono loro malgrado mettere la parola fine su accadimenti passati. In Italia i segreti non finiscono mai ed è quindi compito di certi giornalisti o magistrati coraggiosi riportare a galla la verità. E spesso con grande difficoltà.

Condividi su

Post Correlati