Sei in

Camera da letto: come scegliere il colore delle pareti

In camera da letto i colori tenui favoriscono il riposo

La camera da letto è la stanza più intima della casa, forse la più importante; il luogo riservato alla famiglia, in cui riposare e rilassare corpo e mente. Nella rifinitura degli ambienti, il colore assume un ruolo determinante: riduce o ingrandisce gli spazi, crea armonia tra arredi, tessuti e complementi, influisce sull’umore. Scegliere la tinta adatta è la base da cui partire per un risultato ottimale.

Il colore giusto in camera da letto

Un tempo era semplicemente il luogo adibito al riposo delle  “stanche membra”. Oggi la camera da letto è molto di più: il ritiro privato dove dormire certo, ma anche leggere, guardare un film, lavorare al computer, pensare e godersi i (pochi) momenti di relax. Da soli o in compagnia. Non bastano più un letto e un armadio, la zona notte deve essere bella, funzionale, decorata, arredata e corredata di ogni comfort, piacevole. Classica o moderna, minimal o in stile industriale, romantica o rustica, poco importa: deve essere in linea con la nostra personalità, accogliente e calda, allegra e fresca, elegante e dallo stile lineare.

Quale colore scegliere per le pareti della camera da letto?

Colori di tendenza o classico senza tempo? Dipende. Prima di ripensare la zona notte, è necessario fare alcune valutazioni preliminari:

  1. le dimensioni della stanza
  2. l’illuminazione (luce naturale e artificiale)
  3. lo stile degli arredi

E soprattutto le nostre esigenze, oltre al gusto personale. Le riviste di arredamento e design sono piene di spunti interessanti, tinte insolite, must di stagione, ma attenzione a non lasciarsi sedurre troppo, non tutti i colori si adattano ad ogni personalità. Se soffrite di insonnia, ad esempio, lasciate perdere pareti gialle o rosse: sono colori eccitanti, energizzanti, non favoriscono il riposo. Il viola è un colore intrigante, ma può stancare presto, con il risultato di dover imbiancare di nuovo.

Camera da letto: colori e abbinamenti

  • Blu – E’ il colore della calma, trasmette tranquillità. Un classico per la camera da letto, in tutte le sue sue declinazioni. Blu scuro e azzurro, anche combinati insieme, favoriscono il riposo, il relax. Perfetta la combinazione di blu e legno chiaro, oppure con arredi bianchi o grigi. Se scegliete una combinazione blu/bianco, attenzione all’effetto “marina”, adatto soprattutto alle case in località marine, meno in città. Abbinato al senape è molto attuale, adatto ad ogni stile, rustico o moderno.
  • Grigio – E’ elegante, rilassante nelle tonalità più chiare, di grande effetto nei toni più scuri, abbinato al bianco o al beige. Adatto ad uno stile moderno, minimalista, industriale. Soprattutto su pareti dall’effetto grezzo, materico. Perfetto con accessori (pochi) nelle tonalità accese del rosso.
  • Verde – Il colore della natura. Molto rilassante il verde oliva, pino, muschio. Trasmette freschezza il verde chiaro abbinato al bianco. Più classico con il legno e il marrone. Le tonalità scure sono più adatte a locali molto luminosi.
  • Beige – Il classico intramontabile. Adatto ad ogni ambiente, per la sua neutralità, acquista un sapore molto romantico, combinato al bianco o all’azzurro polvere. Elegante con mobili in legno scuro. Meno acceso del senape, si sposa bene anche con il blu, nella casa moderna.
  • Viola – Rapprenta meditazione, spiritualità. E’ il colore dell’armonia, ma è preferibile nei toni più chiari. Le tonalità più scure sono molto scenografiche, più adatte ad una sola parete. Molto interessante l’abbinamento con il grigio.
  • Rosso – Per gli audaci. Molto stimolante, può risultare aggressivo, poco adatto al luogo del riposo.  Giovane e fresco abbinato al bianco, ma consigliato a pochi. A lungo andare stanca la vista.
  • Giallo – Energetico, solare. Trasmette allegria e illumina l’ambiente. Perfetto nei toni più caldi , molto fresco con un buon uso del bianco. Con il marrone si ottiene un effetto d’insieme più delicato. Adatto alla casa moderna, anche nelle sfumature tendenti all’arancio.
  • Rosa – Romantico per eccellenza, diventa elegante e moderno, nelle tonalità meno accese. Molto attuale nelle sfumature pastello, accostato a lilla e lavanda è giovane e allegro. Più sofisticato l’abbinamento con il grigio.

Pareti grigie per la camera da letto classica

I colori delle pareti per la camera da letto 2018

Come nella moda, difficile definire in modo preciso quale sarà il must del prossimo futuro, nell’arredo e decorazione della camera da letto. Si vede tutto e il contrario di tutto, per lo stile moderno, classico, minimal. Le nuove tendenze, secondo gli interior design, puntano allo stile scandinavo: trionfo del bianco, linee pulite, stile minimal. Molta luce, bianco anche in arredi e tessuti, abbinato al legno chiaro e materiali naturali, rendono la stanza da letto luminosa ed accogliente, fresca e pulita.

Se non amate il bianco sappiate che, tra i colori, andrà forte il verde/blu, e il blu navy, riposanti e adatti ad ambienti luminosi. Per stanze più piccole, sbizzarritevi con i colori pastello: con un’alta percentuale di bianco, risultano molto delicati, nelle tonalità del verde, viola, giallo, azzurro.

Il consiglio che mi sento di dare è il seguente: prima di seguire l’impeto del momento, fermatevi a riflettere. Un mobile che non soddisfa si cambia facilmente, cambiare colore alle pareti comporta un impegno (e spesa) anche cospicuo. Se vi piace un colore molto “carico”, ma avete paura di osare, riservatelo ad una sola parete, magari come fondale per il letto. Per le altre potrete utilizzare tonalità più chiare, oppure il bianco.  Da ricordare: non usare più di tre tonalità nello stesso ambiente, per non creare confusione e sensazione di disordine.

 

 

 

 

 

Condividi su

Post Correlati