Sei in

Assicurazione infortuni come funziona? Consigli per quale polizza scegliere

Se vuoi sapere come funziona l’Assicurazione Infortuni, leggi la nostra guida “Assicurazione infortuni come funziona? Consigli per quale polizza scegliere”. Parleremo di cosa si intende per infortunio, quali eventi copre una polizza infortuni e come scegliere la copertura in base alle proprie esigenze.

Assicurazione Infortuni cos’è e come funziona

La polizza infortuni entra in gioco quando la persona assicurata è vittima di un evento dovuto a causa fortuita (non prevedibile), violenta (immediata) ed esterna (qualcosa di esterno al nostro organismo) che provochi lesioni corporali obiettivamente constatabili (per chiarezza diciamo che siano certificabili da un medico) e che abbiano come conseguenza l’inabilità temporanea, una invalidità permanete oppure la morte.

Lo scopo di questa copertura è di tutelarsi dalle eventuali esigenze di natura economica che inevitabilmente sopraggiungono a seguito di un infortunio.

 

 

A maggior chiarimento in genere sono considerati infortuni anche: le conseguenze dei colpi di sole, di calore e di freddo e le folgorazioni; l’assideramento e il congelamento; le conseguenze di ingestione o assorbimento di sostanze dovuti a causa fortuita; l’asfissia per fuga di gas o vapori; l’annegamento; le infezioni escluse le malattie e gli avvelenamenti causati da morsi di animali e punture di insetti; le lesioni da sforzo limitatamente a quelle muscolari; le ernie addominali. Possono anche essere compresi gli infortuni causati da colpa grave, imperizie e negligenze dell’assicurato nonché quelli sofferti in occasione di tumulti popolari, occorsi durante viaggi aerei, determinati da calamità naturali, stato di guerra e di insurrezione o durante il servizio militare. Possono anche essere compresi in garanzia gli infortuni conseguenti ad attività sportive che devono essere ovviamente oggetto di precisazione in polizza.

A chi interessa l’Assicurazione Infortuni?

L’infortunio ha generalmente come conseguenza un problema anche di natura economica per chi lo subisce quindi, sottoscrivere una polizza, serve a tutelarsi in questa situazione spiacevole. La polizza infortuni può interessare chiunque, lavoratori dipendenti (già comunque assicurati dall’INAIL per gli infortuni sul lavoro) o autonomi. L’importante è che nel sottoscriverla si tenga ben presente quali possano essere le proprie esigenze personali.

I lavoratori autonomi dovranno prediligere quelle garanzie, invalidità permanente e inabilità temporanea oltre le diarie che meglio andremo a chiarire nel prosieguo dell’articolo, che funzioneranno da paracadute per la mancanza di reddito: pensiamo ad esempio ad un agente di commercio che, a causa di una frattura alla gamba, non potrà svolgere la sua normale attività di vendita per un certo numero di settimane.

Probabilmente in quel periodo registrerà un calo di fatturato e, quindi, minori entrate. Avere una somma per ogni giorno di fermo potrà in parte ricompensare il mancato introito.

 

 

Per il lavoratore dipendente che, in caso di infortunio, continuerà a percepire il suo stipendio è consigliabile concentrarsi sulla garanzia invalidità permanente. Qualora l’incidente sia molto grave, il malcapitato probabilmente potrebbe non poter più continuare lavorare. In quel caso scatterebbero le tutele pubbliche che, però, non sono certamente sufficienti.

Per il caso di morte la garanzia va a beneficio degli eredi, e dunque ognuno deve fare le proprie valutazioni. Va da sé che, se abbiamo dei minori o familiari il cui mantenimento dipende dal nostro lavoro e se oltretutto corriamo dei rischi (perché siamo spesso in auto ad esempio), è bene comunque sottoscrivere una polizza Temporanea Caso Morte, che garantisca un capitale per qualsiasi tipi di evento (con alcune limitazioni quali la morte conseguente a fatti dolosi ad esempio, o il suicidio generalmente entro i primi due anni dalla data di validità della polizza).

Quali eventi assicura e quali garanzie offre una polizza infortuni

Invalidità Permanente

La definizione corretta di invalidità permanente è: Perdita definitiva ed irrimediabile, totale o parziale, della capacità dell’assicurato di svolgere un qualsiasi lavoro proficuo ovvero di svolgere la propria specifica attività lavorativa.
Il caso potrebbe essere quello di un incidente stradale, oppure domestico in conseguenza del quale la persona non possa più lavorare. Quali conseguenze ci sarebbero per la sua vita e per quella delle persone che dipendono da lui? Ecco allora che, poter disporre di un capitale, metterà l’assicurato nella condizione di affrontare con maggiore serenità spese quali il mutuo, gli studi dei figli, ed eventuali, quanto probabili, spese mediche o interventi chirurgici resesi necessarie.

Inabilità Temporanea

Se invece l’impossibilità di attendere alla professione non è definitiva parliamo di inabilità temporanea, definita come l’incapacità totale o parziale di attendere alle proprie occupazioni per un periodo di tempo limitato. Anche in questo caso ci saranno sicuramente conseguenze economiche, diverse nel caso di un lavoratore autonomo che rischia di avere un mancato reddito temporaneo, dal lavoratore subordinato che in ogni caso potrebbe dover affrontare delle spese mediche anche importanti. Ma poter disporre anche in questo caso di un sostegno economico è importante ad esempio per le spese mediche. L’inabilità temporanea prevede, generalmente, un indennizzo sotto forma di diaria giornaliera il cui ammontare dipende dalle condizioni stabilite al momento della sottoscrizione della polizza. Per quanto riguarda la durata di questa polizza, si fa riferimento ovviamente ai certificati medici con limitazioni quali giorni di franchigia o numero massimo di giorni. Anche questi aspetti sono stabiliti nel contratto nella fase iniziale.

Caso di Morte da Infortunio

Nel caso in cui l’infortunio abbia come estrema conseguenza la morte della persona assicurata, la polizza prevede che agli eredi venga liquidato un capitale.
Andando al sodo, con una polizza infortuni sarà possibile assicurare un Capitale per il Caso Morte, per l’Invalidità Permanente, o una Somma per il Rimborso delle Spese di Cura, una Diaria in caso di applicazione di tutore immobilizzante o Gesso, una Diaria in caso di Ricovero in struttura ospedaliera – sempre a seguito di infortunio – o una Diaria in caso di Inabilità Temporanea.

 

 

Validità della Assicurazione Infortuni, quale polizza scegliere

Nel sottoscrivere il contratto si può opportunamente decidere di tutelarsi da eventuali infortuni che possano capitare in determinate occasioni.

  • Infortuni del Conducente: copre gli infortuni subiti alla guida di autoveicoli – di questo caso parleremo in un altro articolo.
  • Infortuni Extra-Professionali: la copertura è relativa al tempo che non si trascorre impegnati nella attività lavorativa ed è pertanto possibile nel caso in cui ci sia una netta distinzione tra attività professionale ed extra
  • Infortuni Professionali quindi durante l’orario di lavoro, comprensivo del cosiddetto rischio in itinere cioè l’infortunio accaduto durante il normale percorso di andata e ritorno che il lavoratore percorre, quotidianamente, per recarsi da casa sul luogo di lavoro e viceversa.
  • 24 ore su 24 copertura indicata per i lavoratori autonomi per i quali non è semplice distinguere attività professionale ed extra e che non hanno, come nel caso dei lavoratori subordinati, l’assicurazione INAIL.

Conclusioni

In conclusione assicurarsi contro i danni da infortuni è un atto di responsabilità verso noi stessi e nostri cari. Dobbiamo sempre tenere presente che un evento come l’infortunio può pregiudicare le condizioni economiche nostre e di chi dipende da noi in vari modi. Se verremo a mancare non saremo più in grado di produrre un reddito e, quindi, di essere di sostentamento per la nostra famiglia. Se invece non saremo più in grado di lavorare, dobbiamo mettere le persone che vivono con noi nelle condizioni di poter andare avanti e di potersi prendere cura di noi qualora le conseguenze dell’infortunio risultino essere molto gravi.

Condividi su

Post Correlati

Lasciaci un Commento