Sei in

Alopecia androgenetica, che cos’è e come si cura

alopecia

L’alopecia androgenetica è un tipo di calvizie che colpisce uomini e donne: si stima che questa malattia dei capelli colpisca più di 35 milioni di uomini solo negli Stati Uniti. Il diradamento dei capelli inizia di solito intorno ai 18 anni per gli uomini e verso i 14-15 anni nelle donne, anche se la probabilità di incorrere nella calvizie aumenta con l’età. Gli uomini sono i più colpiti: secondo gli studi, circa l’80% degli uomini e il 50% delle donne soffre di questa patologia.

Che cos’è l’alopecia?

Per alopecia si intende una malattia del capello che comporta una graduale riduzione della loro quantità, fino ad arrivare spesso alla totale scomparsa.

Una delle forme più comuni di alopecia è l’alopecia androgenetica. L’aggettivo “androgenetica” deriva dalle sue presunte cause e, nello specifico, dall’unione tra il sostantivo “androgeno” e la parola “genetica”, riferita alla componente ereditaria del fenomeno.

Gli ormoni androgeni, detti anche ormoni maschili, sono ormoni prodotti sia dagli uomini che dalle donne e determinano i caratteri sessuali secondari.

Come ben spiegato dagli esperti di Hairclinic, da sempre all’avanguardia nella cura delle malattie del capello e nelle indagini sulla calvizie e le sue cause, l’alopecia androgenetica maschile si può sviluppare subito dopo la pubertà, nella forma veloce e raggiungere una fase avanzata già intorno ai 20 anni, oppure avere una forma lenta, con un picco verso i 20-30 anni e una lenta progressione negli anni successivi. L’alopecia negli uomini non è dovuta ad un eccesso di ormoni androgeni nel sangue ma ad una maggiore sensibilità del capello a questi ultimi. Nella donna, l’alopecia androgenetica può dipendere sia da un eccesso di ormoni androgeni che da una forte sensibilità del capello a livelli di ormoni maschili normali.

Il motivo per cui i capelli possono essere più o meno sensibili agli ormoni androgeni è la presenza di enzima 5 alfa reduttasi, che è prodotto in maggiore quantità dai follicoli dei capelli dei pazienti colpiti da calvizie, e che trasforma il testosterone in diidrotestosterone, una delle cause dell’alopecia.

Oltre alla componente ormonale e a quella genetica, ulteriori cause della perdita di capelli possono essere problemi e squilibri alimentari, dovuti ad esempio a diete dimagranti o assenza di vitamine, utilizzo di prodotti chimici o farmacologici, come ad esempio le cure chemioterapiche che indeboliscono il capello, oppure fattori psicologici come stress o forti stati emotivi.

Alopecia maschile e femminile, come si manifesta?

Negli uomini, il processo di calvizie segue uno schema preciso che parte con il diradamento dei capelli sulle tempie, per allargarsi prima alla fronte, intaccando l’attaccatura dei capelli, e poi alla corona, ovvero la parte superiore della testa. Se il diradamento prosegue, si può trasformare in una calvizie totale.

Nelle donne, l’alopecia ha inizio generalmente nella zona centrale della testa, con una riduzione dei capelli in corrispondenza della scriminatura, così che il cuoio capelluto diventa visibile. In menopausa, è frequente anche il diradamento alle tempie, simile a quello che si verifica negli uomini, ma nelle donne non si assiste mai ad una perdita completa dei capelli ma solo ad una loro netta riduzione.

In generale, nei pazienti affetti da calvizie, i capelli tendono ad assottigliarsi o a trasformarsi in una peluria sottile.

Cure e trattamento dell’alopecia androgenetica

Per contrastare l’alopecia androgenetica è possibile seguire una terapia farmacologica che rallenta la caduta. Bisogna assumere i farmaci per i capelli in modo cauto e sotto la supervisione di un medico, poiché alcuni di questi possono avere controindicazioni più gravi della perdita stessa di capelli.

Altro rimedio è il trapianto di capelli, tecnica che si è perfezionata negli ultimi anni, anche se copre il problema, ma non lo risolve.

Ulteriore soluzione è la terapia laser, che non ha effetti collaterali e può rallentare la caduta dei capelli. Spesso alla terapia laser è di supporto ad un’altra terapia, quella legata alla medicina rigenerativa, che si basa sulla stimolazione delle cellule staminali.

 

Condividi su

Post Correlati

2 thoughts on “Alopecia androgenetica, che cos’è e come si cura

  1. Le fibre di cheratina possono essere un rimedio contro l’alopecia?

  2. “E’ una delle sostanze più utilizzata per curare l’alopecia ma è comunque consigliabile, prima di utilizzarla, chiedere il parere di un medico o di uno specialista”

Comments are closed.